Newsletter

* indica che è necessario
  • La Sostenibilità

La Sostenibilità

In armonia con
la natura

Sostenibilità è per noi una scelta quotidiana che abbraccia per intero il ciclo di vita del vino, dal terreno alla bottiglia, attraverso un approccio integrale di rispetto del territorio e in armonia con la Natura. Grazie alla consulenza di Ruggero Mazzilli, agronomo pioniere fin dagli anni Ottanta del concetto di ‘agricoltura bio – logica’, abbiamo analizzato gli ecosistemi che circondano le nostre tenute, curando la biodiversità e la fertilità dei suoli e lavorando sull’inerbimento di tutti i terreni. 

Il punto di partenza è la cura della terra. Per farlo nel 2020 abbiamo dato avvio al processo di conversione al biologico delle tenute di Terrabianca a Radda in Chianti e il Tesoro a Massa Marittima che andranno a unirsi a Colle Brezza, già da dieci anni biologica. Cura del territorio vuol dire anche preservare i vigneti esistenti e valorizzare le caratteristiche della materia prima, in funzione dei terroir. Due i principi del nostro modello: uso esclusivo di elementi di origine naturale e minimizzazione degli interventi dell’uomo sui terreni per recuperare la biodiversità e vitalità.

Oggi la nostra terra è viva: scura, odorosa e fertile.

La terra

Sostenibilità
nei fatti 

Vendemmia
a mano

Abbiamo scelto di vendemmiare prevalentemente a mano, in questo modo riduciamo lo stress per le piante e salvaguardiamo l’integrità del grappolo, tutelando la qualità del vino. Limitiamo al massimo l’uso di mezzi agricoli meccanici moderando le emissioni di CO2 e preservando l’integrità del suolo.

Interventi personalizzati sui terreni

I nostri vigneti vengono monitorati in tempo reale, grazie a piccole centraline meteorologiche, poste tra i filari in grado rilevare dati climatici fondamentali: dalla temperatura dell’aria e del suolo all’umidità fino alla bagnatura delle foglie. Ogni informazione viene trasmessa in azienda permettendoci di effettuare interventi rapidi e mirati.

Gestione del suolo e risparmio idrico

Durante tutto l’anno lavoriamo per ottimizzare le risorse idriche ed evitare fenomeni di erosione, ricercando l’equilibrio tra acqua, calore e suolo. Nel vigneto interveniamo per favorire, l’accumulo delle precipitazioni autunnali e primaverili e per dilazionarne la disponibilità nel corso della stagione estiva. Allo stesso tempo si agisce sulla pianta per ridurne la domanda di acqua con l’inerbimento sotto fila che stimola la capacità di ritenzione idrica e di minerali, la fertilità del suolo, la vitalità microbiologica e la biodiversità locale.

Entra anche
tu nella
mailing list 

Iscriviti